Il bambino speciale

N. Lygeros

Traduzione: Lucia Santini




Mi sento solo.
Non mi lasciano mai solo.
Non li capisco.
Nessuno mi capisce.
La mia casa è una prigione.
Non vogliono che gli altri mi vedano.
Non so chi sono gli altri.
Dicono che sono diverso.
Sono loro che sono sempre gli stessi.
Qui è sempre la stessa cosa.
Ogni giorno è lo stesso giorno.
Vivo unicamente lo stesso giorno.
Dicono che è per il mio bene.
Ma come ciò può essere un bene?
Voglio vedere gli altri…..
Io voglio imparare cos’ è il mondo.
Voglio vivere prima di morire.
Non so scrivere!
Eppure penso.
Non so leggere!
Eppure penso.
Io esisto!
Dicono che ho dei bisogni speciali.
Ma io, io vedo soltanto la necessità.
Dicono che non provo dolore.
Sono loro che non provano il mio dolore.
Non vogliono darmi un martello perché non mi ferisca
E mi hanno inchiodato qui dentro.
Voglio che mi lascino libero anche se resto solo.
È questo che voglio soltanto.







free counters


Opus