Cinque movimenti per un silenzio: Scherzo.

N. Lygeros

Traduzione: Lucia Santini





Tutta la scena si svolge nella penombra. I movimenti sono vivaci. Superano le parole. Le persone corrono da tutte le parti. Convergono verso coloro che sono legati alle seggiole.


Matteo

Sono là!


Marco

Veloce! Veloce!


Luca

Anna! Giovanni!


Si sente un suono sordo.


Matteo

In quale stato li hanno ridotti!


Marco

Liberiamoli!


Si danno da fare intorno a loro.


Luca

Va bene così!


Li sollevano lentamente.


Matteo

Adesso prendiamoli. Tempo. Dobbiamo andarcene!


I tre sostengono i due e avanzano a malapena.


Giovanni

Lasciatela!


Anna

Giovanni!


Luca

Siamo noi! Non avete nulla da temere!


Matteo

Sono qui con Luca e Marco.


Giovanni

Matteo, sei tu?


Matteo

Si, amico mio.


Giovanni

Occupatevi di Anna…


Luca e Marco la sollevano con più cura.


Anna

Giovanni! Giovanni!


Giovanni

Sono i nostri. Anna . non hai più nulla da temere.


Anna

Non lasciarmi sola…


Luca

Anna, adesso è tutto a posto. Tempo. Siete liberi!


Anna

Liberi?


Marco

Si, liberi!


Anna

Giovanni, non credergli è di nuovo uno dei loro inganni.


Giovanni

No, no…Tempo. Vieni nelle mie braccia, Anna.


Anna

Cosa ci faranno ancora?


Giovanni

Più nulla. Non ci accadrà più niente.


Marco

Bisogna partire.


Giovanni

Ma lei non può.


Luca

Come?


Giovanni

Non vi riconosce, la poverina.


Anna

Giovanni?


Giovanni

Sono qui!


Anna

Rimani con me. Tempo. Non lasciarmi sola.


La scena si illumina e ci ritroviamo in una casa. Anna è circondata dai suoi amici. Tuttavia  sembra non riconoscerli.


Marco

Non so cosa dobbiamo fare…


Luca

Sembra aver perso completamente la memoria…


Giovanni

Ci hanno martoriati  giorno e notte. Tempo. Se non foste arrivati in tempo…Silenzio. Sarei nello stesso stato.


Matteo

Avete sofferto così tanto…


Giovanni

Ma lei non ha confessato nulla! È per questo che l’hanno ridotta in questo stato.


Luca

Come possono essere così ignobili.


Marco

Hanno commesso un genocidio, sono capaci di tutto.


Matteo

Allora come gli terremo contro?


Giovanni

Non importa il mezzo, l’essenziale è resistere.


Luca

Non è sufficiente! Tempo. Guarda Anna. Ha sofferto troppo. Non ci riconosce più.


Giovanni

Le insegneremo di nuovo la storia.


Marco

Ma come?


Giovanni

Ognuno di noi le dirà un capitolo al giorno.


Luca

Sei un incosciente.


Giovanni

Allora lo faremo di notte.


Matteo

Siete completamente pazzi.


Marco

No, noi resistiamo e l’aiuteremo con tutti i mezzi.


Luca

Avete ragione! Tempo. Le riscriveremo la storia. Resterà con noi.


Matteo

Allora cominceremo da oggi.


Marco

Tramite lei, ritroveremo la tradizione dei popoli che hanno sofferto.


Luca

Dovremo  risalire il tempo.


Marco

Il tempo è con noi.


Giovanni

Fino a che non dimenticheremo più.


Matteo

Allora ognuno di noi dovrà deporre tutto ciò che sa. Tempo. Così avrà una visione intera della nostra storia.


Anna

Giovanni sei qui!


Giovanni le si avvicina.


Giovanni

Si, Anna. Sarò sempre qui.


Anna

Parlami…


Giovanni fa loro segno di alzarsi.


Giovanni

Riaccompagno i nostri amici.


Anna

Non lasciarmi.


Le prende la mano.


Giovanni

Comincerò dunque per primo.


Le parla a voce bassa nel frattempo gli altri personaggi escono dalla scena.








free counters


Opus