15950 - La Grande Decisione

N. Lygeros
Traduzione: Lucia Santini

  • Post Category:Articles

Il 20 Maggio del 1571, la Lega Santa prese la Grande Decisione.
Avrebbe inviato la flotta combattente per dare rinforzi agli assediati di Famagosta, per
dar fine alla denominazione dello spazio tramite il mare.
Così la medi-marittima avrebbe acquistato un altro valore.
Solo che tale decisione ritardava per via dello scudo.
Quindi lo scudo doveva tardare a morire per aiutare la decisione che si sarebbe
trasformata in battaglia navale, per raggiungere il fine.
Anche una sconfitta tattica avrebbe potuto appartenere ad una vittoria strategica.
Specialmente se nessuno se lo attendeva.
La Grande Decisione avrebbe indicato prima le Termopili e solo dopo Salamina.
Perché la Resurrezione acquista significato solo dopo la Crocifissione.
E senza di essa non ci sarebbe stata.
Solo che ora gli abitanti di Famagosta conoscevano Cristo e la Resurrezione.
Così procedeva la Dottrina.
Affinché imparassero i discepoli prima della fine.
Per continuare l’opera.
Al di là dei limiti, per questione di coscienza, perché lo voleva il Maestro.
Il Giusto Giudice aveva deciso.
Ora tutti i pezzi erano pronti.
E i pedoni avrebbero seguito, per aprire il fronte senza temere la
la superiorità degli avversari, visto che si erano preparati mentalmente.
Schemi strategici.
Sopra il cielo e la terra.
Perché sopra la terra la situazione era bloccata.
Alla fine di Luglio viene organizzata dai barbari il più duro attacco di bombardamento
dall’inizio dell’assedio.
La torre del Nord cominciò a collassare.
Le mura non permettevano più la resistenza.
E i settecento soldati non potevano proteggere i loro posti.
Il 31 Luglio del 1571, non avevano più munizioni.
Rimaneva loro solo lo spirito di sacrificio.