19677 - La chiesa dei secoli

N. Lygeros
Traduzione: Lucia Santini

  • Post Category:Articles

La chiesa dei secoli non era un edificio
ma Tempo di ritrovo.
Si era evoluta in questo modo per non diventare bersaglio.
Ogni società cercava di inibire i continuatori
perché credeva soltanto negli atti barbarici
che avevano come bersaglio quello di uccidere il Tempo.
Tabula rasa.
E questo si doveva evitare.
Con manovre e coordinazione.
Affinché non cadesse la staffetta.
Affinché non si perdesse la luce della conoscenza nell’oscurantismo.
I luoghi divennero anni.
Perché senza resistenza non sarebbe rimasto nulla.
I rari si dovettero organizzare.
E la chiesa dei secoli acquisì le stimmate dell’assedio.
Non era ormai soltanto una chiesa, ma monastero fortezza
solo così poteva respingere la barbarie.
Così come l’Uomo Millenario era molteplice, perché esisteva
in ogni ciclo della multiciclicità,
così anche la chiesa dei secoli
divenne secolare.
Solo che nessuno poteva scoprirlo senza
rivelazione.
Questo era il fine dell’insegnamento.