19695 - Apertura sovversiva

N. Lygeros
Traduzione: Lucia Santini

  • Post Category:Articles

La barbarie non si aspettava tale trattamento.
Si era abituata all’abitudine che uccide il pensiero.
Sempre erano esistiti dei sovversivi
ma erano così isolati
che poteva facilmente disarmarli
e pure annientarli
se ci fosse stata una reale necessità.
Ma non aveva mai visto tale rara alleanza.
In cento anni era avvenuto l’impensabile.
Perché lo spirito di resistenza era più importante.
Era lì la fonte di tutta la forza della resistenza.
Nuova ramificazione.
Doveva preparare i nuovi genocidiologi.
L’informazione non era sufficiente.
Neppure la conoscenza della storia.
Dovevano conoscere gli specialisti della storia del futuro
gli strateghi e i Diritti dell’Umanità.
Per prevedere i Genocidi
dovevi vedere il futuro.
Senza il futuro aiutavi solo gli storici
e non l’Umanità.
Il raro gli lasciò il passo libero.
E allora cominciò la rivoluzione del pensiero
con i discepoli del futuro.