20485 - Il blocco in mare aperto numero 2

N. Lygeros
Traduzione: Lucia Santini

  • Post Category:Articles

Il blocco in mare aperto numero 2 che rivendica la società Hellenic Petroleum – Edison –Total, può costituire la punta della lancia per la ricerca e l’estrazione nello Ionio e non soltanto, visto che la sua attività se passiamo nella fase contrattuale può essere simile a quella della società Avner – Delek – Noble con il blocco in mare aperto numero 12. Poiché nel blocco numero 2 che combacia con la linea di equidistanza con l’Italia, ci sono i giacimenti Achille e Pirro, possiamo attenderci introiti non solo con il bonus della firma, il quale ammonta a 48 milioni di Euro per i blocchi 10 e 11 e 150 milioni di Euro per i blocchi 2,3 e 9 della Z.E.E. cipriota, ma anche con la stessa estrazione nei due giacimenti. In altre parole, la ricca e fitta rete dei dati sismici 2D nello Ionio (10×10 Km) mentre a Creta era (40×40 Km), ha dato una grande precisione alla società. Questo significa praticamente che con l’applicazione della legge sugli idrocarburi 2289/1995 e con l’emendamento 4001/2011, inizierà il 5% degli utili a favore dello stato Ellenico e renderà più salda la regione delle Isole Ionie. Avremo dunque una vera e pratica argomentazione scientifica che influenzerà positivamente e dinamicamente anche gli altri blocchi nel prossimo giro quando sarà comprensibile per tutti il valore delle riserve strategiche, come avvenne per il giacimento Afrodite di Cipro.