22206 - Collaborazione con la barbarie

N. Lygeros
Traduzione: Lucia Santini

  • Post Category:Articles

Quando coloro che chiami continuamente vicini a causa di una amicizia ipotetica, lasciano che la barbarie passi per colpirti dentro la tua patria senza neppure avvisarti, devi ripensare al concetto di relazione e legame altrimenti non sei in pericolo solo a causa dei vili servitori ma anche a causa delle organizzazioni terroristiche. Perché non basta chiudere i tuoi occhi affinché non vengano. E per quanto tu dica non arriveranno mai perché non gli hai resistito a causa della tua neutralità, dimostri che non hai imparato nulla dalla storia e che l’esempio del Belgio che venne schiacciato dai nazisti per colpire la Francia, non si è inchiodato nella tua memoria, cosa che significa praticamente che sei strategicamente senza cervello e metti in pericolo il tuo popolo perché non hai la minima idea dell’alta strategia. E non c’è verso che tu cambia e quindi continui con lo stesso modo di pensare che hai, preparati a partire, perché il primo colpo sarà quello dello stesso popolo che ti caccerà, perché lo hai lasciato senza protezione con le false parole della tua diplomazia che non aveva nessun sostegno da parte della strategia, dalla difesa e dalla sicurezza. I colpi terroristici hanno come bersaglio gli innocenti a causa della viltà, perché sono incapaci di colpire il nucleo. Così, quando dici che se non facciamo nulla non ci colpiranno, devi sapere che già prepari le vittime a morire senza che lo sappiano e senza nessuna ragione. Concentrati quindi e renditi conto che il passaggio è già pronto, nonostante dicessi che era giusto che fosse stato anche europeo, perché ce l’hai ancora la capacità di cambiare, altrimenti ti cambiamo prima che tu te ne renda conto.