28558 - La Francia riconosce la colpevolezza di Vichy

N. Lygeros
Traduzione: Lucia Santini

  • Post Category:Articles

Riconoscendo la sua colpevolezza durante la seconda guerra mondiale, la Francia accusa di nuovo il regime di Vichy per ciò che fece subire agli zingari. In effetti questo regime così vicino al punto di vista nazista ha segregato coloro che si chiamavano nomadi. In realtà, questo regime ha cominciato questo crimine contro l’Umanità prima ancora dell’occupazione non solo per farsi compiacere dal regime nazista ma anche perché pensava che era suo dovere ripulire la società da questo errore per l’opinione di questo orrore. La Francia riconoscendo la sua responsabilità, poiché è il seguito statale di questo regime, dimostra che essa va al di là e mostra che rigetta ufficialmente questa politica barbara. Si colma così una lacuna nella miseria umana che integra il genocidio degli ebrei. Ovviamente abbiamo dovuto attendere tutto questo tempo per essere Giusti e ciò è rammaricante ma il più importante ora, è che questa riconoscenza esiste, ed al più alto vertice dello Stato tramite anche la presidenza così nessuno piò nascondersi dietro il sipario della barbarie. Grazie a questo atto, la Francia dimostra che è legata all’Umanità e che non può dimenticare le vittime di questo regime barbarico che ha collaborato con l’orrore. Rende giustizia agli innocenti che hanno tanto sofferto.