29040 - Il paradigma di Cipro

N. Lygeros
Traduzione: Lucia Santini

  • Post Category:Articles

Quando abbiamo a che fare con i seguaci del Re e di Venizelos che osano dire di aver fatto qualcosa per Cipro e per di più lo scrivono anche nella loro biografia, cosa dire e come valutarli direbbe qualcuno, ma la storia esiste. Cipro è occupata dal 1571. La sua situazione cambierà solo con il Trattato di Berlino nel 1878, tramite il quale cambiò il suo regime, poiché da lì in poi apparterrà alla Gran Bretagna. In seguito non si farà nulla di concreto con il Trattato di Losanna nel 1923, poiché gli articoli 20 e 21, che la riguardano specificatamente, non vennero mai applicati. Mentre la sua applicazione avrebbe evitato qualunque questione Cipriota. In seguito poiché i seguaci del Re e di Venizelos non riuscirono mai ad esser d’accordo seguirono i fatti dei Ciprioti del 1958 e del 1959 che condussero al Trattato di Zurigo Londra del 1960, il quale però ebbe subito anche problemi diretti che si presentarono di fatto nel 1963. Dopo di che di nuovo con gli stessi problemi, la Turchia se ne approfitta della situazione e effettua l’invasione nel 1974, sostanzialmente indisturbata, poiché dall’altra parte l’esercito era stato in sostanza amputato e smembrato a livello d’armamento. E adesso Cipro ha ancora zone occupate, persone scomparse, bloccate e rifugiati. Dove sono i seguaci del Re e di Venizelos che li avrebbero aiutati?