38916 - Accordo contro la libertà

N. Lygeros
Traduzione: Lucia Santini

Tutti coloro che partecipano ai raduni di massa per la Macedonia devono rendersi conto che se entrerà in vigore l’Accordo, quest’ultimi saranno vietati poiché vi è un articolo e per di più è diviso in 3 commi. Il primo riguarda l’ente statale.

Articolo 6(1)
Al fine di rafforzare le relazioni amichevoli bilaterali ogni Parte prenderà subito provvedimenti per vietare attività ostili, atti o propagande da parte dei servizi statali o servizi controllati direttamente o indirettamente dallo stato e per prevenire attività che potrebbero incitare allo sciovinismo, all’ostilità, alla sottomissione, e alla revisione contro l’altra parte. Se dovessero nascere attività di questo genere, le Parti prenderanno tutti i provvedimenti necessari.

Questo vieta l’attività dei servizi statali e dei servizi coinvolti con lo stato.

Articolo 6(2)
Ognuna delle due Parti prenderà subito provvedimenti risolutori per scoraggiare ed impedire le manifestazioni da parte di enti privati che potrebbero incitare alla violenza, all’odio o a manifestazioni da parte di enti privati contro l’altra parte. Se un ente privato nel territorio di una delle due Parti, parteciperà a queste azioni senza che lo conosca quella Parte, appena essa verrà a conoscenza di questi atti, prenderà subito tutti i provvedimenti necessari permessi dalla legge.

Questo vieta l’attività degli enti privati.

Articolo 6(3)
Ognuna delle due Parti impedirà e scoraggerà azioni, incluse anche le azioni propagandistiche, da parte di enti privati che potrebbero incitare allo sciovinismo, all’ostilità, alla sottomissione e alla revisione contro l’altra Parte.

Questo vieta anche la preparazione. Così per esaminare su piano pratico secondo questo approccio i Raduni di Massa di Salonicco e di Atene sarebbero stati vietati secondo l’articolo 6(2) mentre i raduni di massa Macedoni dall’articolo 6(1). E il solo pensiero dell’organizzazione dei Raduni di Massa per la loro preparazione sarebbe vietato dall’articolo 6(3). Secondo l’articolo 6, le due parti contraenti che firmano l’Accordo, non vogliono che ci sia nemmeno un sottofondo di resistenza in queste decisioni. Così si rivela anche lo stile di tutto l’approccio anche se il popolo greco non vuole l’accordo lo firmiamo per il suo bene e in seguito gli spieghiamo cosa non ha capito negli articoli. Così alla fine non avrà nemmeno diritto ad opporsi e sarà così senza l’esistenza di un referendum in Grecia. In altre parole in relazione all’Accordo, esso definisce cosa sono le attività ostili, le azioni la propaganda, sciovinismo, ostilità, sottomissione e revisione, violenza e odio. L’unico problema è che caratterizza la resistenza dell’Ellenismo.

Close Menu