39006 - L’odio, l’ignoranza e l’incapacità

N. Lygeros
Traduzione: Lucia Santini

  • Post Category:Articles

La barbarie rossa crede che la storia sia morta e di conseguenza può scrivere la sua storia. Quando affronta il tema Ellenismo tramite la predominanza dello spazio cerca di cancellare i dati del passato in modo da poter scrivere il suo futuro. Quello che è avvenuto in Grecia, alla fine della Seconda Guerra Mondiale, era un tentativo per far scomparire l’elemento greco promovendo altri dati, altre religioni che avevano come base la barbarie. In questo modo volevano far scomparire l’idea della Nazione, volevano far scomparire la sua memoria e chiaramente il suo futuro. Per quanto si adoperassero però non ci riuscirono e alla fine si trovarono in una fase ove tutti gli intenti si trasformarono in odio e attesero fino a trovare un intervallo di tempo opportuno per far riemergere il vecchio intento. Oggi viviamo proprio questo. Cioè un intento che continua un atto barbarico del passato così da far scomparire l’Ellenismo, un elemento che costituisce un’offerta per l’Umanità, ed imporre in questo modo una dittatura rossa la quale permette alle persone di agire nel contesto dell’oblio. Con questo concetto la battaglia che combattiamo adesso non è una battaglia fra nazioni, è una lotta fra una Nazione ed una barbarie la quale è specializzata nel generare genocidi.